Sostegno al reddito

Sostegno al reddito

Gli interventi del Fondo sono destinati al Sostegno al Reddito dei lavoratori coinvolti in processi di crisi e/o riorganizzazione aziendale interessati da periodi di sospensione di attività, ai singoli lavoratori dipendenti, sospesi per crisi aziendali o occupazionali in comparti dell’industria turistica che non possono far ricorso alla CIG/S, nonché agli apprenditi sia in caso di crisi aziendali ed occupazionali che in caso di licenziamento.

Le Parti concordano di destinare, con decorrenza 1 Aprile 2008, la quota dello 0,25 per cento di paga base e contingenza per 14 mensilità, totalmente a carico delle imprese, al finanziamento del sostegno al reddito dei lavoratori coinvolti in processi di crisi e/o di ristrutturazione e/o riorganizzazione aziendale interessati da periodi di sospensione dell’attività, previo accordo scritto tra Azienda e organizzazioni sindacali territoriali stipulanti il presente CCNL, nei limiti e con le modalità che verranno disciplinate con apposito regolamento che sarà sottoposto alla preventiva approvazione del Comitato di Vigilanza Nazionale (CCNL Industria Turistica – 9 luglio 2010. Art. 8 Sostegno al Reddito).

La quota è accantonata in un apposito fondo, Fondo Sostegno al Reddito, costituito presso l’Ente Bilaterale Nazionale dell’Industria Turistica che eroga direttamente le somme nei limiti e con le modalità previste.

La suddetta norma non è obbligatoria per le imprese che sono soggette alla contribuzione prevista per i trattamenti di CIGS e mobilità.